Questo sito utilizza cookie. Cliccando su o proseguendo nella navigazione o effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

La legge per le Informazioni Non Finanziarie e la Diversità: una discontinuità decisiva.

Con l’entrata in vigore l’1.1.2017 del D.Lgs 254/2016 sulle Informazioni Non Finanziarie e sulla Diversità viene richiesto alle imprese più grandi [per semplificare le imprese quotate e di interesse pubblico con >500 dipendenti] di rendicontare le attività dell’impresa non solo sulle basi economiche/finanziarie del bilancio di esercizio, ma anche sulle quelle sociali e ambientali poste in essere dall’impresa.

E’ l’avvio di una grande discontinuità rispetto al passato.

Fino all’entrata in vigore della legge, le imprese più sostenibili già rendicontavano volontariamente le proprie performance ambientali e sociali,  riconoscendo alla trasparenza nel rapporto con gli stakeholder e nell’opportunità relazionale e reputazionale insito in queste attività un elemento di distintività e di maggior attrattività, anche di business, rispetto alle imprese meno attente. Invero, il  numero di queste imprese è importante, ma non ancora la maggioranza, come testimonia una recente ricerca sull’argomento dell’Università del Salento.

Con l’entrata in vigore del D.Lgs 254/2016 il legislatore ha riconosciuto nello Sviluppo Sostenibile un’area di grande potenziale e sviluppo per le imprese e ha voluto fornire la cornice normativa. Adesso le imprese più grandi dovranno tutte uniformarsi alla normativa e attrezzarsi per adempiere alle richieste di legge. Come sottolineato anche nel recente Convegno Assosef Associazione Europea Sostenibilità e Servizi Finanziari svoltosi a Milano , siamo di fronte, pur nelle mille incertezze portate da un nuovo disegno normativo, ad un passaggio decisivo per lo sviluppo della cultura della Sostenibilità nelle imprese e per l’adozione di modelli di business e di governance adeguati alle richieste di un mercato che va via via diventando sempre più esigente sulle capacità delle imprese di produrre valore economico coniugato con quello ambientale e sociale. Secondo Marco Fedeli, presidente di Assosef, intervenuto in un convegno Istud lo scorso 5 aprile, siamo di fronte al mega-trend dello Sviluppo Sostenibile, anche se all’inizio del suo ciclo di vita. Nonostante il moltiplicarsi di studi e di iniziative sull’argomento, molta strada deve essere ancora fatta. Questa la legge ha il merito di allineare e incoraggiare il mondo imprenditoriale [anche le PMI] e  rappresenta un incentivo a rendere maggiormente vicine le imprese alle richieste di Sostenibilità sempre più presenti nella società. In definitiva, un’opportunità da cogliere.

Per questo motivo Green Business Executive School, la Scuola di Alta Formazione per Executive, nata nel 2010 e dedicata esclusivamente alla formazione su temi dello Sviluppo Sostenibile e della Green Economy, ha recentemente organizzato una serie di Corsi snelli, pratici, concreti e verticali. Il primo, svoltosi il 20 aprile 2017 è stato dedicato all’applicazione della normativa Non Financial nelle imprese, un secondo in programma il 18 maggio a Milano ha come focus la creazione della Matrice di Materialità nella preparazione del Report di Sostenibilità [per info clicca qui]
I Corsi sono indirizzati ai manager della sostenibilità, CFO, Responsabili public affair, della comunicazione, ai consulenti che trovano nei Corsi veri e propri strumenti adattati e personalizzati sulle loro concrete esigenze.

 

Il prossimo 18 maggio 2017 si svolgerà a Milano il secondo appuntamento sul tema con il Corso di Alta Formazione Executive ‘La Matrice di Materialità nel Report di Sostenibilità’.
Per ottenere maggiori informazioni  visitare il sito (link) o contattare la Segreteria Organizzativa di Green Business Executive School (link).
I posti sono limitati, non perdere l’occasione di partecipare! Clicca qui per ricevere informazioni.


Guarda e ascolta i commenti dei partecipanti al Corso Non Financial.
Corso di Alta Formazione Executive ‘La Matrice di Materialità nel Report di Sostenibilità’.

 


Globiz | progetti di marketing avanzato

greenzone | agenzia di marketing e comunicazione verde a Milano

Green Business Executive School | Formazione per la green economy

Ricerche Verdi | indagini e ricerche di mercato per la green economy

Green Globe Banking | Lo state of the art del green banking italiano